Riflettiamo sull’antimafia ma non facciamola a pezzi

da

3 Maggio 2016

Fonte: la Repubblica – Palermo

Confesso di avere qualche difficoltà a discutere di doppia antimafia, peggio di antimafia doppia, ancora di più di un manifesto rifondativo. Comprendo, e condivido, lo stupore, l’indignazione e anche il bisogno di riflettere sulle recenti vicende che hanno coinvolto vari personaggi per così dire emergenti della magistratura, dell’imprenditoria, da ultimo del giornalismo, e già impegnati sul fronte del contrasto alla criminalità mafiosa. E cerco di spiegare perché.

Leggi l’articolo

LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Articoli recenti

Addiopizzo si costituisce parte civile nei confronti dei 31 commercianti di Brancaccio

Nella giornata di ieri siamo stati ammessi dal giudice dal giudice per l’udienza preliminare parte...

La tap room di Ballarak si unisce alla rete di Addiopizzo

Per molti palermitani e non, Ballarak è un nome e un logo che sicuramente hanno incontrato e che...

Calciando in rete, la finale della ventesima edizione

Si è concluso il Torneo “Calciando in Rete”, promosso e organizzato dall’Associazione Culturale...

Pubblicate le graduatorie provvisorie per il Servizio Civile 2024

A seguito della fase conclusiva delle operazioni di selezione e di un’attenta e complessa...

L’ambasciatore tedesco Hans Dieter Lucas nella sede di Addiopizzo

Lunedì 10 giugno, nella nostra sede, abbiamo ospitato l'Ambasciatore tedesco Hans Dieter Lucas e...

PINA MAISANO GRASSI, A 8 ANNI DALLA SUA SCOMPARSA

Con te tutto è nato ed è cresciuto. Ti sei resa familiare subito e ci hai dato una forma che era...
ULTIME DAI GIORNALI
5x1000 Addiopizzo
Rete imprese PIZZO-FREE
Addiopizzo TRAVEL
Addiopizzo STORE