DAI COMMERCIANTI DI ORIGINE STRANIERA UN ESEMPIO DI DENUNCIA COLLETTIVA CON IL SOSTEGNO DI ADDIOPIZZO

da

23 Maggio 2016

L’importante sinergia tra alcuni commercianti di diverse nazionalità, Addiopizzo, squadra mobile e Procura di Palermo ha permesso in tempi brevissimi, poco più di un mese, di fermare dieci persone che hanno seminato terrore e violenza nel centro storico di Palermo.

L’associazione e gli uomini della squadra mobile del Dottor Ruperti sono entrati in contatto lo scorso aprile con la maggior parte dei commercianti bengalesi e di altri Paesi che erano stati presi di mira con minacce, estorsioni e rapine; li hanno supportati e accompagnati nel percorso di collaborazione e oggi, grazie al lavoro straordinario di Polizia e Procura, si concretizza questo significativo epilogo.
Un’indagine lampo, una storia senza precedenti perché per la prima volta il fenomeno della denuncia collettiva vede coinvolti un cospicuo numero di migranti che da tempo vive a Palermo.
Adesso ci auguriamo che l’intera comunità cittadina e le istituzioni sostengano e proteggano questi nostri fratelli che hanno dato alla città di Palermo un significativo esempio di civiltà e cittadinanza.

L’impegno e la passione profusi in questi anni e i risultati significativi di stamattina e quelli che verranno, crediamo siano il modo migliore per dare valore alla memoria.

RASSEGNA STAMPA

Livesicilia.it, 24/05/2016 
5x1000 Addiopizzo
Rete imprese PIZZO-FREE
addiopizzo travel
addiopizzo store

ARTICOLI RECENTI

tutte le news >

Pizzo a Borgo Vecchio, 28 condanne

Le estorsioni al Borgo Vecchio senza sconti a niente e nessuno: dai cantieri ai negozi e pure alle feste patronali con...