Navigando verso un futuro migliore, “Vela per l’inclusione sociale”

da

Il 29 agosto, nel giorno del trentaduesimo anniversario della scomparsa di Libero Grassi, abbiamo promosso “Vela per l’inclusione sociale”, giunta alla sua settima edizione. La veleggiata in barche d’altura, messe a disposizione dalla Lega Navale Italiana, ha coinvolto i giovani dei quartieri Kalsa e Cep, accompagnati dagli educatori di Addiopizzo e del centro aggregativo San Giovanni Apostolo e Alfredo Chiodi, nipote dell’imprenditore ucciso da Cosa nostra.
Bambini sulla vela
L’iniziativa “Vela per l’inclusione sociale” è la conferma del nostro impegno nel quartiere della Kalsa, dove lo scopo resta quello di coinvolgere, in particolare, i giovani attraverso la promozione di interventi di inclusione sociale per affrancare il territorio da condizioni di povertà e degrado.i giovani che hanno partecipato alla Vela per l’inclusione socialeCrediamo, infatti, che attraverso la promozione di momenti e spazi di socialità la comunità di riferimento possa costruire un mondo più inclusivo per tutti.
Restiamo convinti che oggi non occorra unicamente accompagnare e sostenere commercianti e imprenditori a denunciare pizzo e intimidazioni, ma è necessario contrastare e superare quelle forme di abbandono e di degrado urbano e sociale che contribuiscono ad alimentare fenomeni di devianza e di illegalità diffusa.
Nell’ambito del trentaduesimo anniversario della scomparsa di Libero Grassi, “Vela per l’inclusione sociale” dimostra concretamente la volontà di continuare a fare un passo avanti, insieme ai più piccoli, affinché la comunità dove viviamo diventi ancora più accogliente.

Guarda qui il video


Rassegna stampa
Giornale di Sicilia – Vela per l’inclusione, a Palermo in barca nel nome di Libero Grassi
TGR  Servizio edizione 29 agosto 2023 – Vela per l’inclusione sociale 

Iniziativa sostenuta con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese

5x1000 Addiopizzo
Rete imprese PIZZO-FREE
addiopizzo travel

ARTICOLI RECENTI

tutte le news >

Racket, 20 anni di resistenza

La notte fra il 28 e il 29 giugno la città fu tappezzata dagli adesivi: “Un intero popolo che paga è un popolo senza...