Un parco giochi con i soldi sottratti al racket

da

1 Ottobre 2016

Fonte: Giornale di Sicilia

Ieri mattina piazza Magione, cuore della Kalsa, dove si è aperta l’undicesima festa di Addiopizzo, era una distesa di bambini come Sara e Ludovica. Che si rincorrevano, che saltavano, che si arrampicavano. In un parco giochi che in apparenza somiglia a tanti altri, ma non nella sostanza: è infatti il primo frutto di un investimento collettivo, cioè di donazioni, ma anche di una quota versata dai cittadini che in questi mesi hanno fatto degli acquisti nelle imprese che aderiscono alla rete di consumo critico di Addiopizzo.
La struttura è stata realizzata con la collaborazione di diverse associazioni che nel quartiere sostengono la campagna «Sport popolare in spazio pubblico» e del Comune di Palermo.

Leggi l’articolo

LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Articoli recenti

Inclusione sportiva. Addiopizzo promuove visite mediche gratuite per i ragazzi della Kalsa

Addiopizzo promuove le visite mediche per i ragazzi che iniziano le attività di inclusione...

Presentazione del libro “Come mafia non comanda”

Martedì 27 settembre alle 18:00 presso Feltrinelli Libri e Musica in via Cavour 133 si terrà la...

32 anni fa l’omicidio del giudice Livatino

21 settembre 1990, sulla statale tra Canicattì e Agrigento veniva ucciso il giudice Rosario...

Sosteniamo Redattore Sociale

Redattore Sociale, voce online sui temi del disagio sociale, del volontariato e del Terzo Settore,...

Dona un albero per il giardino della memoria e dell’impegno di Casa Felicia

L’Associazione Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato in questi giorni si sta dedicando, con...

Nasce Il Giusto catering

Il consumo critico Pago chi non paga è un circuito virtuoso che vuole far crescere sinergie, per...
ULTIME DAI GIORNALI
5x1000 Addiopizzo
Rete imprese PIZZO-FREE
Addiopizzo TRAVEL
Addiopizzo STORE