L’omicidio allo Sperone, fermati due uomini: sono padre e figlio. Il movente legato al business delle scommesse clandestine

da

27 Febbraio 2024

la Repubblica

Hanno un nome gli assassini di Giancarlo Romano, sono stati fermati per ordine della procura distrettuale antimafia dai poliziotti della Squadra mobile e della Sisco, la sezione investigativa del Servizio centrale operativo. Si tratta di due uomini, Camillo e Antonio Mira, padre e figlio, che abitano poco distante dal luogo dell’agguato. Ieri sera, hanno avuto una discussione con Romano e Alessio Caruso, l’ennesima discussione riguardante le scommesse clandestine. Poi, i due fermati hanno fatto fuoco.

Articoli recenti

Rinascita sostenibile: uno swap party con Sartoria Sociale alla Bottega di Libera Palermo”

Sabato 13 aprile, alla Bottega di Libera Palermo, si svolgerà uno swap party organizzato in...

5×1000, anche quest’anno sostieni Addiopizzo

  Il 2023 è stato un anno particolarmente intenso, anche per questa ragione vogliamo...

“Da piazza Magione sopra le barriere, in volo su Palermo”

“Da piazza Magione sopra le barriere, in volo su Palermo” sintetizza il bisogno e il desiderio di...

Diamo il benvenuto a Pablo Bio & Vinili nella rete di Addiopizzo

Il 16 dicembre 2022 ha aperto i battenti “Pablo Bio & Vinili”, che fin da subito ha espresso...

Memoria e impegno, ricordando Renata Fonte

Il 31 marzo di quarant’anni fa la mafia compiva il primo omicidio nel Salento, in particolare ai...

Il liceo Fermi di Bologna incontra Addiopizzo

Nei giorni scorsi abbiamo accolto presso la nostra sede 37 studenti e studentesse della classe IV...
ULTIME DAI GIORNALI
5x1000 Addiopizzo
Rete imprese PIZZO-FREE
Addiopizzo TRAVEL
Addiopizzo STORE