Le ragazze del calcio che la mafia non fermerà

da

28 Dicembre 2015

Fonte: la Repubblica

Non sappiamo ancora chi abbia minacciato il presidente della squadra Ferdinando Armeni né chi abbia avvicinato alcune giocatrici. E del resto Armeni non ha neppure fatto riferimento nella sua denuncia a ‘ndranghetisti ma più genericamente a “sciacalli”. Sappiamo però di certo che la situazione dello sport al Sud, e ancor più in Calabria, è drammatica.

Leggi l’articolo

LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Articoli recenti

Centotrent’anni fa l’omicidio Notarbartolo, il connubio tra mafia e politica

Era l'1 febbraio 1893. Emanuele Notarbartolo, sindaco di Palermo dal 1873 al 1875 e direttore del...

Inaugurato l’anno giudiziario nel distretto di Palermo: Cosa nostra in difficoltà ma tutt’altro che sconfitta

In occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario nel distretto della Corte di Appello di...

32 anni fa la lettera al “caro estortore”

In occasione dell'anniversario dell'appello di Libero Grassi, abbiamo accolto presso la nostra...

Nuovo bando per il Servizio Civile. Addiopizzo seleziona 3 volontari

Scegli di fare il Servizio Civile Universale con Addiopizzo, un'esperienza formativa di un anno...

In ricordo di Pippo Fava

Il 5 gennaio 1984 a Catania la mafia uccideva il giornalista e scrittore Giuseppe Fava. Catanese...

A Natale mettiamoci a posto

Come accade di consueto in prossimità delle festività di Natale, Cosa nostra ritorna a battere...
ULTIME DAI GIORNALI
5x1000 Addiopizzo
Rete imprese PIZZO-FREE
Addiopizzo TRAVEL
Addiopizzo STORE