Chiedeva il pizzo ai commercianti di Addiopizzo. Sequestrato il tesoretto di un esattore del racket

da

19 Maggio 2015

Fonte: la Repubblica Palermo

Imprenditore ed esattore del pizzo. Ignazio Romano si vantava di dare “buoni consigli” ai suoi colleghi: invitava tutti a cercarsi un “buon amico” per regolarizzare la propria posizione. Aveva avvicinato persino alcuni commercianti vicini ad “Addiopizzo”. E per questo si era tirato dietro alcune critiche da parte dei suoi colleghi esattori del clan di Resuttana.

Leggi l’articolo

LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Articoli recenti

Presentazione del libro “Come mafia non comanda”

Martedì 27 settembre alle 18:00 presso Feltrinelli Libri e Musica in via Cavour 133 si terrà la...

32 anni fa l’omicidio del giudice Livatino

21 settembre 1990, sulla statale tra Canicattì e Agrigento veniva ucciso il giudice Rosario...

Sosteniamo Redattore Sociale

Redattore Sociale, voce online sui temi del disagio sociale, del volontariato e del Terzo Settore,...

Dona un albero per il giardino della memoria e dell’impegno di Casa Felicia

L’Associazione Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato in questi giorni si sta dedicando, con...

Nasce Il Giusto catering

Il consumo critico Pago chi non paga è un circuito virtuoso che vuole far crescere sinergie, per...

In ricordo di Vincenzo Spinelli a 40 anni dal suo omicidio

Per tanto tempo la sua storia è rimasta ignota e dimenticata. Vincenzo Spinelli è stato un...
ULTIME DAI GIORNALI
5x1000 Addiopizzo
Rete imprese PIZZO-FREE
Addiopizzo TRAVEL
Addiopizzo STORE