Informazioni sulla legislazione Antiusura

da

28 Febbraio 2019

L’usura

Il fenomeno dell’usura è radicato e diffuso assai più di quanto si possa immaginare. L’usura coinvolge le aree di maggiore marginalizzazione economica e sociale (piccoli e piccolissimi commercianti e artigiani); si segnalano inoltre attività usuraie che aggrediscono le famiglie e i lavoratori dipendenti in relazione a esigenze di consumo o ad improvvise necessità familiari.

Quando il ricorso all’usura è finalizzato per le esigenze della propria azienda, la qualità del fenomeno è totalmente diversa e le conseguenze pratiche incidono su due pilastri dell’economia: la libertà d’impresa e le relazioni di concorrenza (chi è sotto usura non è in condizioni di parità sul mercato).

A chi si oppone all’usura, la legge 108 del 1996 che ha istituito il Fondo di solidarietà per le vittime dell’usura fornisce efficaci strumenti per prevenirla e contrastarla, al fine di proteggere la libertà d’impresa e di mercato.

Con la legge 23 febbraio 1999 n.44 è stato istituito il Fondo di Solidarietà per le vittime delle richieste estorsive.
 
Chi può accedere

I soggetti che esercitano una qualunque attività economica che dichiarino di essere vittime di usura e risultino parti offese nel relativo procedimento penale. Condizione necessaria è quindi la collaborazione con gli Organi di Polizia e  l’Autorità Giudiziaria in relazione alla fattispecie usuraria.

Quali sono i benefici

Il Fondo eroga mutui senza interesse di durata non superiore al decennio.

Ammontare del mutuo

Il mutuo è commisurato al danno subito dalla vittima per effetto degli interessi e degli altri vantaggi usurari corrisposti all’autore del reato.Il Fondo può erogare un importo maggiore quando, per le caratteristiche del prestito usurario, le sue modalità di riscossione o la sua riferibilità ad organizzazioni criminali, sono derivati alla vittima ulteriori rilevanti danni per perdite o mancati guadagni

Il mutuo può essere concesso, anche nel corso delle indagini preliminari, previo parere favorevole del pubblico ministero, sulla base di concreti elementi acquisiti nel corso delle indagini preliminari medesime.

Termini di presentazione della domanda

Le istanze vanno presentate, pena decadenza,  entro il termine di sei mesi dalla data in cui la persona offesa ha notizia dell’inizio delle indagini per il delitto di usura. L’Ufficio competente al ricevimento delle domande e all’avvio della relativa attività istruttoria è la Prefettura competente per territorio, quello competente a decidere in merito all’elargizione è il Commissario Straordinario del Governo, previo parere del Comitato di Solidarietà. Inoltre le vittime di usura possono ottenere, a seguito di un provvedimento emesso dalla Procura della repubblica competente per territorio:

  • la proroga (per la durata di 2 anni) delle scadenze dei termini degli adempimenti amministrativi e per il pagamento dei ratei dei mutui bancari e ipotecari
  • la proroga (per la durata di 3 anni) delle scadenze degli adempimenti fiscali;
  • la sospensione (per la durata di 2 anni) dei termini di prescrizione o perentori, legali e convenzionali, sostanziali e processuali, comportanti decadenze da qualsiasi diritto, azione ed eccezione
  • la sospensione (per la durata di 2 anni) dell’esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili e i termini relativi a processi esecutivi mobiliari ed immobiliari, ivi comprese le vendite e le assegnazioni forzate.
5x1000 Addiopizzo
Rete imprese PIZZO-FREE
addiopizzo travel
addiopizzo store

ARTICOLI RECENTI

tutte le news >