Porta Nuova, storia di un debito di gioco. E il boss scese in campo

da

2 Febbraio 2015

Fonte: livesicilia.it

Le microspie svelano un retroscena nel sottobosco dei clan mafiosi. Settimo Mineo, anziano uomo d’onore oggi in libertà, cercò di aiutare il nipote che aveva perso 90 mila euro in una sala scomesse del centro città. L’incontro nel retrobottega di un negozio.

Leggi l’articolo

LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Articoli recenti

Libero Grassi, doppio appuntamento sulla Costa Sud per ricordare l’imprenditore nel centenario dalla sua nascita

Il 19 luglio 2024 Libero Grassi, l’imprenditore ucciso dalla mafia il 29 agosto del 1991 per...

Ricordando Paolo Borsellino

1992 - 19 luglio. A Palermo, in via D’Amelio, un’autobomba uccide il magistrato Paolo Borsellino,...

In memoria della Strage di via D’Amelio, tre iniziative promosse dal Centro Studi Paolo e Rita Borsellino

Il Centro Studi Paolo e Rita Borsellino, associazione di promozione sociale fondata nel 2011 da...

Memoria e impegno, ricordando Giorgio Ambrosoli

L’11 luglio 1979, 45 anni fa, la mafia eliminava a Milano Giorgio Ambrosoli, avvocato e...

Il segno. Cosa sono gli “attacchini” contro il pizzo ricomparsi per le vie di Palermo

Vent’anni fa nasceva a Palermo “Addiopizzo”, associazione impegnata a combattere i racket delle...

Gli “attacchini” di Addiopizzo tornano per le strade di Palermo con un nuovo messaggio

Questa notte siamo tornati per le strade di Palermo per rinnovare una tradizione che ci accompagna...
ULTIME DAI GIORNALI
5x1000 Addiopizzo
Rete imprese PIZZO-FREE
Addiopizzo TRAVEL
Addiopizzo STORE